ORIENTAMENTO NEL CORSO DELL’ANNO E IN USCITA

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in PROGETTO ORIENTAMENTO IN USCITA

Il Consiglio di Classe, qualora rilevi gravi e persistenti difficoltà di apprendimento in tutte le discipline, provvede alla correzione dell’orientamento già seguito nella scelta dell’indirizzo di studi attraverso la puntuale informazione alle famiglie sulle problematiche rilevate e con eventuali proposte motivate di riorientamento.

È consuetudine poi da molti anni nel nostro Liceo, per l’orientamento post secondaria, coordinato quest’anno dalla prof. ssa Cecilia Filippini, realizzare interventi specifici, indirizzati prevalentemente agli studenti delle classi quarte e quinte, volti da un lato a soddisfare il bisogno di informazione sui possibili percorsi di studio e sull’inserimento nel mondo del lavoro, e dall’altro a favorire la riflessione di autoconoscenza, di valorizzazione delle capacità individuali tese a realizzarsi dopo la secondaria in un vero e proprio progetto di vita.

RAPPORTI CON L’UNIVERSITÀ

In quest'ottica è fondamentale incrementare in ogni modo i rapporti con gli istituti di Istruzione superiore, Atenei e facoltà universitarie

STAGES NEI LABORATORI DI FISICA DEL POLO SCIENTIFICO

Gli stages di Fisica sono proposti dall'Openlab del Polo Scientifico di Sesto Fiorentino (referenti: Dott. Samuele Straulino, Prof.ssa Anna Maria Cartacci, Dott. Cecilia M.C. Gambi) nell'ambito delle attività del "Piano Nazionale Lauree Scientifiche", un progetto promosso dal MIUR che ha lo scopo di accrescere l'interesse per le Scienze e contemporaneamente incrementare il numero di iscritti e laureati in Fisica, Matematica, Chimica e Scienza dei Materiali.

CORSO DI PREPARAZIONE AL TEST DI AMMISSIONE ALLA FACOLTÀ DI MEDICINA E PROFESSIONI SANITARIE

Il progetto “Corso di preparazione al test di ammissione alla Facoltà di Medicina e Professioni Sanitarie” (Medicina e Chirurgia, Medicina veterinaria, Odontoiatria e protesi dentaria, Professioni sanitarie) propone di approfondire lo studio della Biologia, della Chimica e della Logica (quest’ultima in collaborazione con l’agenzia formativa Alpha Test). Il Ministro Giannini aveva annunciato possibili cambiamenti nel sistema di selezione della Facoltà di Medicina e Chirurgia, ma al momento non risulta che le Università abbiano presentato alcuna proposta alternativa al test preselettivo per essere valutata in sede governativa. Restano confermate le prove selettive per le altre Facoltà. Molte agenzie formative, tra cui “Alpha Test”, stimano che, per l'anno accademico 2015/16, l'immatricolazione a Medicina e ad Odontoiatria continuerà ad essere subordinata al superamento del test di ammissione.

DISEGNARE CON CAD 2D

I corsi universitari a vocazione progettuale - Architettura, Ingegneria e affini - annoverano ormai come pre-requisiti basilari la conoscenza e l’utilizzo di programmi informatici di grafica ad elevata specializzazione, quale complemento delle tecniche grafiche tradizionali. Il corso proposto è pertanto finalizzato ad integrare il curriculum scolastico, fornendo agli studenti nuove competenze, che possono essere utilizzati negli ambiti universitari sopra citati.

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Le Esperienze di alternanza scuola-lavoro realizzate in collaborazione con il Territorio che hanno la loro referente nella prof. A Bracciante, coadiuvata dalla prof. Silvia Fossati. L’Alternanza scuola lavoro prevede la formazione curricolare in itinere attraverso l’interazione col territorio; non ha la fisionomia dello stage, finalizzato all’entrata nel mondo del lavoro, ma quella di aiutare a far svolgere il curricolo anche attraverso un aspetto laboratoriale e di esperienza concreta sul campo nell’apprendimento dei saperi.

Secondo la normativa è un metodo di lavoro curricolare e richiede una programmazione accompagnata da un piano finanziario per attuare i tirocini: essa ha una collocazione di attività formativa nel POF.

Può essere attuata in varie modalità, la più proficua della quali è il coinvolgimento della classe intera. Nel nostro liceo questa attività è iniziata nel 2007 ed ha avuto un buon successo sia presso gli studenti e le loro famiglie, sia nel rapporto tra scuola e territorio, che come ricaduta nel lavoro e nel profitto più specificamente curricolare. Quest’anno abbiamo raggiunto la cifra un po’ ambiziosa di 17 classi, fra terze e quarte che svolgeranno una settimana di alternanza, a partire dal 12 gennaio 2015.

Diversa e articolata l’offerta dei tirocini che spazia dagli ambienti di ricerca universitaria a quelli ospedalieri, dai laboratori scientifici agli Archivi, Teatri e Biblioteche, fino ad aziende private con cui abbiamo stabilito convenzioni ad hoc.

Per questo motivo si è creata un’èquipe di dieci docenti, formati per poter organizzare e seguire tali attività di tirocinio.

UN ANNO DI SCUOLA ALL’ESTERO

L'esigenza di tale progetto è nata dalla richiesta da parte di un numero sempre maggiore di studenti e delle loro famiglie a partecipare ad esperienze (trimestrali-semestrali-annuali) di studio all'estero. Questo progetto fortemente caldeggiato dal ministero della pubblica istruzione, oltre a riconosce il valore della mobilità studentesca individuale nella riforma della scuola secondaria di secondo grado, offre alla scuola di partecipare a pieno titolo alla promozione della “società della conoscenza” e alla realizzazione degli obiettivi strategici definiti nel marzo 2000 dal Consiglio Europeo a Lisbona.

Riferimenti: La nota prot. 843 del 10 aprile 2013 Linee di indirizzo sulla mobilità studentesca internazionale individuale sostituisce a tutti gli effetti le precedenti circolari in materia. È auspicabile che tale esperienza venga fatta in quarta, nel primo o nel secondo semestre, che corrisponde poi circa al nostro quadrimestre.

Nel 2013/14 sono partiti 4 studenti, mentre nel 2014/15 ne partiranno 5.

STAGES NEI LABORATORI DI FISICA AL POLO SCIENTIFICO (POF 2013 2014)

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in STAGES NEI LABORATORI DI FISICA AL POLO SCIENTIFICO

TITOLO PROGETTO
STAGES NEI LABORATORI DI FISICA AL POLO SCIENTIFICO
Linee Guida 2013 2014
PROGETTO ORIENTAMENTO IN USCITA
Tipologia
Progetto avente natura annuale
DOCENTE RESPONSABILE
MASSI MIRKO
ANALISI DEI BISOGNI
Gli stages di Fisica sono proposti dall'Openlab del Polo Scientifico di Sesto Fiorentino (referenti: Dott. Samuele Straulino, Prof.ssa Anna Maria Cartacci, Dott. Cecilia M.C. Gambi) nell'ambito delle attività del "Piano Nazionale Lauree Scientifiche", un progetto promosso dal MIUR che ha lo scopo di accrescere l'interesse per le Scienze e contemporaneamente incrementare il numero di iscritti e laureati in Fisica, Matematica, Chimica e Scienza dei Materiali.
Questa attività è indirizzata agli studenti della scuola superiore (quarto e quinto anno) che potranno svolgere stages al Dipartimento di Fisica e Astronomia. In particolare ci saranno esercitazioni di laboratorio di Fisica sotto la guida di docenti del Dipartimento in cui gli studenti, suddivisi in piccoli gruppi, eseguiranno gli esperimenti proposti, e visite a laboratori di ricerca. Questa attività, già collaudata da alcuni anni, risulta assai utile agli studenti più motivati come orientamento nei confronti della scelta universitaria. (dal sito: http://www.openlab.unifi.it/CMpro-v-p-217.html)

DESTINATARI
Alunni di alcune specifiche classi o sezioni (specificare nella Sezione Altro quali sono le classi coinvolte), V I, IV G, IV C
FINALITÀ
Approfondire alcuni argomenti di fisica attraverso l'attività sperimentale e la visita di laboratori di ricerca per l'orientamento nella scelta del percorso universitario.
OBIETTIVI
Saper svolgere un'esperienza di laboratorio in campo scientifico e saper analizzare i risultati di misure di grandezze fisiche
DURATA
5 giorni
Fase 1
Lo stage ha la durata di una settimana per un totale di 20 ore in cinque giorni. Gli studenti, al massimo 12 per ogni settimana, frequentano in orario scolastico il laboratorio didattico eseguendo esperimenti, in cui vengono misurate grandezze fondamentali della Fisica, e determinando il risultato numerico della misura con stima dell'incertezza associata. Vengono anche organizzate visite all'Osservatorio Astrofisico, ai Laboratori didattici e di ricerca del Polo Scientifico e del CNR
MONITORAGGIO VALUTAZIONE
Valutazione finale attraverso la visione degli elaborati svolti dagli studenti durante lo stage

DOCUMENTAZIONE
Raccolta degli elaborati degli studenti svolti durante lo stage
RESPONSABILE WEB
MASSI MIRKO

Esperienze di alternanza scuola-lavoro

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Esperienze di alternanza scuola-lavoro

Le Esperienze di alternanza scuola-lavoro realizzate in collaborazione con il Territorio che hanno la loro referente nella prof. A. Bracciante.

L’Alternanza scuola lavoro prevede la formazione curricolare in itinere attraverso l’interazione col territorio, non ha la fisionomia dello stage, finalizzato all’entrata nel mondo del lavoro, ma quella di aiutare a far svolgere il curricolo anche attraverso un aspetto laboratoriale e di esperienza concreta sul campo nell’apprendimento dei saperi. Secondo la normativa è un metodo di lavoro curricolare e richiede una programmazione accompagnata da un piano finanziario per attuare i tirocini: essa ha una collocazione di attività formativa nel POF.

Può essere attuata in varie modalità, la più proficua della quali è il coinvolgimento della classe intera. Nel nostro liceo questa attività è iniziata nel 2007 ed ha avuto un buon successo sia presso gli studenti e le loro famiglie, sia nel rapporto tra scuola e territorio, che come ricaduta nel lavoro e nel profitto più specificamente curricolare.

Informazioni sull'Alternanza Scuola-Lavoro

Scritto da Tessitore Giovanni Battista . Inserito in ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Il curricolo in Alternanza scuola lavoro progetta una serie di attività improntate prioritariamente alla finalità educativa, ispirata alla scoperta di sé, allo sviluppo di capacità relazionali e alla promozione delle attitudini per aree di interesse, per favorire la maturazione della partecipazione attiva alla cittadinanza e la scelta postdiploma. Si coniuga all’esperienza di trasferimento dei saperi, appresi a scuola, in competenze esercitate attraverso le opportunità fornite in vari ambiti professionali del territorio, così da interagire con le sue risorse e vivere più consapevolmente la crescita della propria identità.

Il nostro liceo, in ottemperanza alla legge n. 107 del 13 luglio 2015, e sulla base di una tradizione già consolidata, ha deciso di coinvolgere inizialmente nel percorso di ASL tutte le classi terze e quarte e di estenderlo ad alcune quinte o per iniziativa degli insegnanti tutor o degli studenti stessi, qualora emergano esigenze didattiche o professionali da parte di aziende del territorio, naturalmente fino al momento in cui la struttura dei tirocini andrà interamente a regime e tutte le classi seguiranno il programma nella misura predisposta.

Per le classi quinte, in generale, il percorso di Alternanza si trasforma in un percorso personalizzato di Orientamento universitario sulla base delle offerte provenienti da UniFI e dalle altre scuole della Regione, anche indirizzate alle eccellenze, come ad esempio la “Scuola Sant'Anna” di Pisa.

Dal 2007 nel Liceo da Vinci si svolgono attività di Alternanza scuola lavoro coordinate dal tutor scolastico, prof Anna Maria Bracciante, ma, mentre nel primi anni gli studenti erano un numero limitato e l'adesione era facoltativa, nel 2014/15 le classi coinvolte nella loro interezza sono state 17 e il team dei collaboratori è necessariamente salito ed è destinato a crescere ancora per l’applicazione della legge.

Nelle classi terze, da cui il curricolo deve prendere le mosse, le ore impiegate saranno più numerose, considerando il primo approccio, la presentazione alle classi e ai genitori, i colloqui di orientamento e le scelte iniziali, i tirocini invernale ed estivo e i feedback indispensabili, per un totale di 70-90 ore; nelle quarte alcuni passaggi possono essere ridotti, gli studenti sono più consapevoli e più esigenti rispetto alle loro scelte future e il monte ore scende a 60-80 ; nelle quinte, come si è detto precedentemente, il curricolo si adegua alle proposte di orientamento in uscita, salvo casi straordinari.

Per quanto riguarda il Comitato Scientifico, siamo in contatto con i responsabili del settore Educazione di Confindustria, ma il Comitato Scientifico è ancora in via di strutturazione.

Tenuto conto della mission del Liceo da Vinci, che è quella di offrire una formazione scientifica competitiva, senza dimenticare la cultura umanistica, i nostri studenti sono accolti dalle realtà produttive e occupazionali più importanti del territorio: Dipartimenti di Scuole universitarie (vedi Valore DU e University Lab), Sistema delle Biblioteche Universitarie fiorentine, Polo Museale di Firenze, Soprintendenza Archeologica della Toscana, Teatro della Pergola e di Rifredi, Regione Toscana, Ospedale Meyer e di Careggi, Aziende nei settori chimico, informatico, elettronico e meccanico, Associazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale. Partecipano USR, enti pubblici, Unicameralismo di Commercio della Toscana.

Analizzando i bisogni del Liceo e forti della nostra individualità, abbiamo pensato di attivare diverse imprese simulate.

Nel triennio 2007-2010 è stato svolto poi un corso di formazione sulle competenze necessarie ai tutor d'Istituto per l'Alternanza scuola lavoro, durante il quale è stata formata anche la prof. Anna Maria Bracciante del Liceo sc. Leonardo da Vinci. Dal 2010 la tutor di Istituto effettua un itinerario formativo interno per i colleghi; negli anni 2013-2015 è stato poi realizzato un corso avanzato, in rete con altre scuole, finanziato dalla Provincia di Firenze a cui hanno partecipato dieci docenti del Liceo.

La Prof.ssa Bracciante, dal 2007 tutor di Istituto, si occupa dei rapporti con Aziende ed Enti pubblici, dell'organizzazione delle attività d'aula per la preparazione e il monitoraggio dei tirocinanti, dei colloqui di orientamento. Il tutor d'aula, compatibilmente con i tempi necessari alla realizzazione del percorso formativo necessario, sarà un insegnante formato, facente parte del Consiglio di classe e che pertanto avrà la possibilità di interagire con il coordinatore del Consiglio di classe e con gli insegnanti le cui materie sono state coinvolte nei tirocini e di informare il Consiglio stesso sui dati di tirocinio e sulle attività di rielaborazione delle esperienze.

Come norma generale durante il periodo delle lezioni si svolgerà una settimana di tirocinio, mentre il resto si svolgerà nel periodo estivo sfruttando l'arco completo di tempo che va dal 10 giugno al 10 settembre ca.