Visita al Deposito di Rotabili Storici di Pistoia

Scritto da Tessitore Giovanni Battista . Inserito in ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Il Liceo, nell'ambito delle attività di Alternanza Scuola-Lavoro, ha visitato il Deposito di Rotabili Storici di Pistoia nel quadro della manifestazione "Porte Aperte al DRS". Il tutto è avvenuto sotto la guida del prof. Giovanni B. Tessitore, socio CIFI e appassionato di ferrovie.

La fotogallery dell'evento è al link:

https://www.facebook.com/pg/liceodavincifi/photos/?tab=album&album_id=1605877602859499

 

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (PtOF)

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

TITOLO PROGETTO
ALTERNANZA SCUOLA LAVORO 2017 2018  
Attuazione PtOF 2017 2018
Priorità 1 e 2  
P09 - Alternanza Scuola-Lavoro  
Tipologia
*** Alternanza scuola lavoro ***  
DOCENTE RESPONSABILE
BRACCIANTE Annamaria  
ANALISI DEI BISOGNI
Dal 2007 è in corso la metodologia curricolare di Alternanza che si rivela proficua per sanare almeno in parte i bisogni di orientamento alla scelta e le difficoltà di crescita adolescenziale negli aspetti di relazionalità, autostima, responsabilità e rispetto negli impegni, utilità sociale, oltre alle carenze linguistiche e di know how informatico nel processo di apprendimento Si aggiunge la scarsa comprensione del mondo del lavoro e dei poli di sviluppo su territorio per cui necessita una educazione esperienziale  
DESTINATARI
Alunni del triennio  
FINALITÀ
Finalità ultima è l’attuazione della scuola per competenze, secondo le indicazioni di certificazione europea a cui guarda la mappa della Buona scuola secondo gli assi di apprendimento: matematico logico, scientifico tecnologico specie informatico, linguistico, storico e della educazione alla cittadinanza Si sottolinea che le attività prevedono la personalizzazione dei percorsi; l’orientamento e formazione della persona ai valori professionali-sociali e alla responsabilità nelle proprie attività; il raccordo fra competenze teoriche della scuola ed esperienze maturate in ambiente lavorativo; il dialogo continuativo fra scuola e territorio; l’educazione sugli aspetti del lavoro; il miglioramento della consapevolezza nelle scelte postdiploma  
OBIETTIVI
A seguito dell’obbligo del curricolo secondo la Legge 107/2015, si configura un percorso triennale di almeno 200 ore, curando la sperimentazione del coinvolgimento a vari livelli del Consiglio di classe: conoscenza delle procedure e dei risultati conseguiti in fieri, informazione sui programmi aziendali e il calendario di tirocinio, eventuale declinazione della programmazione disciplinare per coadiuvare l’esperienza sul territorio e la ricaduta didattica sulla classe, partecipazione alla verifica e valutazione dello studente Sono vocaboli chiave ispiratori della progettazione: dialogo fra scuola e territorio, attualizzazione dell’apprendimento, conoscenza della realtà produttiva del proprio ambiente. Le attività toccano i saperi di base, trasversali e disciplinari allo scopo di esercitare le HARD e SOFT SKILLS, innalzandone i livelli Tipologia di attività riconducibili all’Alternanza scuola lavoro: tirocinio in azienda con modalità flessibili di attuazione; docenza in Istituto di esperti aziendali anche accompagnati da laboratori; visite guidate in aziende significative e partecipazione ad eventi sul mondo del lavoro; impresa simulata I anno- terza classe, circa 80 ore: 1. conoscenze integrate e approfondite coerenti col programma dei curricoli. 2. consolidamento e recupero di conoscenze e metodo di studio 3. osservazione del sistema professionale nel luogo prescelto per il tirocinio 4. orientamento formativo delle attitudini con colloqui preparatori e valutazione degli interessi e delle attitudini individuali 5. riconoscimento dei bisogni formativi attraverso il feedback dopo il tirocinio 6. Rapporto collaborativo coi genitori e consapevolezza del percorso formativo dei figli 7. Corso sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro effettuato su piattaforma on line (4 ore) e in presenza fino a 16 ore, con attestato individuale Obbiettivi del II e III anno - classe quarta e quinta- circa 80 ore in quarta e 40 nel quinto anno, compreso l’orientamento un uscita: 1. riconoscimento dei bisogni formativi attraverso il feedback dopo il tirocinio 2. Rapporto collaborativo coi genitori e consapevolezza del percorso formativo dei figli 3. Interazione del curricolo con il progetto di tirocinio 4. Inserimento operativo degli allievi durante il tirocinio 5.Individuazione e applicazione di mezzi per la valutazione delle competenze. 6. Collegamento alle iniziative di orientamento universitario previste dal PTOF .  
COLLABORAZIONI
Collaborazioni con aziende ed Enti dei seguenti settori: Ospedaliero e sanitario, tecnico e informatico, umanistico (artistico, storico, linguistico), volontariato, Universitario con inserimento nelle diverse Scuole di Ateneo Da quest’anno si estende il raccordo con imprese all’estero di lingua inglese dopo l’esperienza buona di stage a Londra e a Malta del 2017  
DURATA
triennale dalle classi terze con periodi di alternanza sia durante le lezioni che estivi  
Fase 1
Per ogni classe o gruppo di studenti (20): Periodo settembre-dicembre: Presentazione per genitori, presentazione per studenti, colloquio di orientamento alle scelte , presentazione delle aziende tramite loro siti internet e risultati ottenuti da tirocinanti esperti, incontro con responsabili aziende, programmazione coi tutor professionali, calendario dei tirocini e dei corsi formativi, partecipazione a impresa simulata, visite guidate, eventi  
Fase 2
Periodo gennaio - fine aprile Effettuazione dei tirocini: con varie modalità di realizzazione flessibili secondo gli accordi fra Consiglio di classe, studenti, aziende, partecipazione a impresa simulata, visite guidate, eventi  
Fase 3
Maggio e settembre-ottobre Colloqui di feedback e monitoraggio dei risultati ottenuti- Valutazione dei tirocini e riorientamento. Mostra dei risultati significativi  
Fase 4
 
Fase 5
 
Fase 6
 
Fase 7
 
Fase 8
 
Fase 9
 
METODOLOGIA
Colloqui di orientamento alle scelte e counseling Attività osservativa, di affiancamento e in autonomia a partire dal primo fino ai tirocini del secondo e terzo anno per fare acquisire capacità di lavoro in team . Misure di accompagnamento in aula da parte dei docenti di riferimento per i tirocini A cura del Consiglio di classe: colloqui di feedback e verifica dei risultati. Valutazione con attestati e certificazione finale delle competenze  
DOCENTI INTERNI
Docenti Interni Tutor scolastico: Anna Maria Bracciante. Tutor di settore e coordinatori dei Consigli di classe. Docenti con funzione tutoriale. Si veda lo schema generale PTOF Poichè sono a disposizione vari docenti di potenziamento, saranno in pagamento solo le ore in esubero rispetto al dovuto.  
DOCENTI ESTERNI; PERSONALE ESTERNO
3 Esperti per le imprese formative Hortus Officinalis e Riqualificazione e tradizione; alEsperti di Confindustria, Toscana Energia, Teatro, Eventuali docenze e guide in azienda di altri operatori. I tutor aziendali responsabili dei tirocini Numero totale  
MONITORAGGIO VALUTAZIONE
Colloqui e verifiche di feed back assunte dal Consiglio di classe; valutazione per quantità e qualità dei prodotti conseguiti tramite relazioni anche fotografiche e multimediali in genere. Mostra dei risultati. Monitoraggio costi e attività per inseriment  
DOCUMENTAZIONE
Documentazione informatizzata: v. link allo spazio google drive nell’area Alternanza del Sito: sono disponibili pianificazione, operatori, calendario 2018 e percorsi con link ai relativi progetti formativi, Depliant informativo sulle attività per l’Open  

Istruzioni per la gestione del fascicolo degli studenti

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Gli studenti dovranno esclusivamente compilare in formato digitale (non si accettano compilazioni a mano) e in ogni parte il progetto formativo e ne consegneranno duplice copia al tutor d'aula almeno quindici giorni prima dell'inizio attività.
I tutor d'aula, dopo avere verificato la completezza e l'esattezza dei dati, consegneranno i patti formativi presso gli uffici preposti della segreteria per l'apposizione della firma da parte del Dirigente Scolastico.
La consegna dovrà avvenire dal Lunedì al Giovedì e almeno una settimana prima dell'inizio del tirocinio; diversamente, non verranno accettati.

Gli studenti al termine di ogni attività di A.S.L. dovranno consegnare al tutor d'aula:

una copia del Patto Formativo opportunamente compilata e validata in ogni parte dal tutor aziendale (N.B.: la valutazione va riportata nel Patto Formativo; la Scheda di Valutazione del Tutor Aziendale, utilizzata in passato e reperibile cliccando qui);
il Registro Presenze compilato.

Seguire poi le sottoriportate avvertenze:

 

- mettere in vista la parte di ogni patto dove apporre la firma;

- mettere il timbro della scuola vicino alla firma (il timbro è disponibile in segreteria didattica);

- portare al tutor scolastico il quadernone di classe coi patti divisi in tre sezioni: tirocinio settimanale, percorsi, tirocini estivi.

 

Il tutor scolastico provvederà alle firme e alla restituzione del quadernone.

IMPRESA TECH A.S. 2017/2018

Scritto da Tessitore Giovanni Battista . Inserito in ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Gli alunni Balilaj, De Simone, Gashi, Gennaro, Losi, Malacarne, Massetti, Piazzai, Tedde, Cassioli e Spizzone di 3Bsa e Biondi e Ceccherini di 4Bsa hanno sfiorato l'impresa qualificandosi secondi nella macroarea Firenze, ad un solo punto dai primi, nella gara "latuaideadimpresa" dove i vincitori hanno accesso alla competizione nazionale di Gaeta del prossimo aprile. I ragazzi, guidati dai proff. Ferrantini e Tessitore, hanno simulato la creazione e gestione di un'azienda la cui mission era la produzione di protesi per amputati. Complimenti ai nostri studenti!!

http://www.latuaideadimpresa.it/t_14/Firenze

 

CONTATTI MODULISTICA ASL E GRUPPO FACEBOOK PER L'ASL

Scritto da Tessitore Giovanni Battista . Inserito in ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Per ogni dubbio inerente la ricerca e il posizionamento dei moduli sul sito per l’Alternanza Scuola-Lavoro (non sul formato o i passaggi burocratici per i quali si rimanda ai tutor d’aula e scolastico), il referente per la modulistica è il prof. Giovanni Battista Tessitore, a cui si può scrivere utilizzando come indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Esiste inoltre un gruppo Facebook dell’Alternanza Scuola-Lavoro del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Firenze, a cui è possibile inviare notizie, post, foto, video che abbiano a che fare con l’Alternanza Scuola-Lavoro. Il link è:

https://www.facebook.com/groups/1976575262608669/?source_id=353155171465088

 

La valutazione dei percorsi di alternanza scuola-lavoro

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Valutazione del tirocinio estivo

Il tirocinio estivo viene valutato a settembre, al rientro a scuola, attraverso:

  • Feedback e colloquio di verifica del tirocinio
  • Raccolta dei risultati dei tirocini con tutor scolastico per documentazione e divulgazione-MOSTRA
  • Compilazione di attestati e certificazioni
  • Monitoraggio SIDI

Criteri di valutazione

  • Tirocinio: valutazione del tutor aziendale (dentro il diario di bordo)
  • Colloqui: interesse e reattività dello studente alle sollecitazioni
  • Capacità di autovalutazione e riflessione col tutor scolastico/d’aula con miglioramenti rispetto alla situazione iniziale
  • Organizzazione delle operazioni autonome, specialmente per quanto riguarda la documentazione finale e la divulgazione
  • Disciplina e rispetto delle regole nelle varie fasi, specie durante il tirocinio

Ricaduta sulla valutazione curricolare

Il comportamento durante il tirocinio potrà influire sulla CONDOTTA nello scrutinio di giugno.

La valutazione docente concorre alla valutazione disciplinare.