VOI CHE VIVETE SICURI (PtOF)

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Postato in PROGETTO MEMORIA

TITOLO PROGETTO
VOI CHE VIVETE SICURI.....
Attuazione PtOF 2016 2017
Priorità 1 e Priorità 2
Tipologia
Progetto Pluriennale (continuazione di un progetto in corso)
DOCENTE RESPONSABILE
FOSSATI Silvia
ANALISI DEI BISOGNI
Il Treno della Memoria è un'iniziativa formativa rivolta alla scuola toscana: un viaggio nei luoghi dello Sterminio per far conoscere ai giovani ciò che è avvenuto nel cuore dell'Europa durante la guerra, affinché la memoria "attiva" di questa pagina di storia, possa continuare a far vivere - come auspicava Primo Levi - la sua lezione di sostegno e ammonimento nel presente e diventare utile per la costruzione del domani. Il Treno della Memoria è uno dei progetti più rilevanti al mondo sul tema della memoria della Shoah che prevede la visita al campo di Auschwitz-Birkenau;è innanzituttoun percorso educativo e culturale. L'idea del Treno della Memoria nasce nell'estate del 2004. Da quel momento è un'esperienza collettiva unica, un viaggio “zaino in spalle”. Nei mesi precedenti il viaggio si svolgono attività propedeutiche al viaggio stesso e il progetto "Voi che vivete sicuri..." costituisce un percorso possibile. Il percorso educativo è obbligatorio ed è parte integrante del progetto in quanto rappresenta la precondizione necessaria a vivere in maniera consapevole,informata e costruttiva l'intera esperienza sotto il profilo storico,emotivo ed educativo.
FINALITà
Vivere in maniera consapevole, informata e costruttiva l'intera esperienza sotto il profilo storico,emotivo ed educativo.
OBIETTIVI
Il progetto tende ad attivareun circuito di cittadinanza attiva in cui i giovani partecipanti negli anni diventino prima animatori e poi organizzatori, in una catena ditrasmissione dell'impegno. . Alla fine si traduce in un progetto di educazione più informale che sviluppa una strategia educativa volta ad attivare un processo naturale di trasmissione di conoscenze, esperienze ed emozioni svolto in un’ottica di cooperazione, rispetto reciproco e solidarietà
COLLABORAZIONI
Regione toscana, Museo della Deportazione e della resistenza della provincia di Prato; Università degli studi di Siena; Istituti storici della Resistenza di Firenze e di Siena
DURATA
Novembre 2016/gennaio 2017
Fase 1
4 Novembre, venerdì ore 15-17.30: proiezione film Il labirinto del silenzio con introduzione e dibattito a cura del prof. Gian Marco Baccari , prof. di Procedura penale dell’Università di Siena. L'introduzione e la proiezione serviranno per sensibilizzare e creare un dibattito e uno stimolo all'approfondimento
Fase 2
17 novembre, giovedì 14.30-16.30 : “Dall’Affaire Dreyfus alle Leggi di Norimberga”, prof. Maurizio Sarti 1 dicembre, giovedì 14.30-16.30: “I Giusti tra le nazioni: il ruolo dei toscani”, prof. ssa Monica Camurri Le due lezioni dei professori di Storia del Liceo serviranno a fornire coordinate più precise del fenomeno di cui si parla e a continuare il dibattito
Fase 3
15 dicembre, giovedì 14.30-16.30: “Letteratura e Memoria: perchè ricordare ancora?”, prof.Silvia Fossati 12 gennaio, giovedì 14.30-16.30: “Il destino della verità nei regimi totalitari “, prof. Mauro Imbimbo Due lezioni interdisciplinari per evidenziare l'ampiezza delle tematiche affrontate e le loro implicazioni etiche
Fase 4
Nell'ambito del percorso sono costantemente incentivate e promosse forme di espressione creativa ed artistica (musicale, teatrale, video/fotografica e pittorica) volte a preparare e, successivamente, elaborare l'esperienza vissuta
Fase 5
Il percorso educativo e l'affiancamento da parte degli enti organizzatori proseguono lungo tutta la durata del viaggio e nei mesi successivi al rientro in Italia, in cui vengono proposte, organizzate e realizzate attività di restituzione dell’esperienza vissuta dai partecipanti, rivolte alla cittadinanza
METODOLOGIA
Ogni lezione consta di una parte frontale e di uno spazio per la discussione e gli apporti personali di docenti e studenti. Il percorso viene supportato da materiale educativo, didattico e bibliografico consegnato nel corso della Summer school e donato alla Biblioteca dell'Istituto. Gli incontri sono aperti a tutti.
DOCENTI INTERNI
Monica Camurri, Silvia Fossati, Mauro Imbimbo e Maurizio Sarti,
PERSONALE A.T.A.
apertura della scuola già prevista nei giorni di giovedì e venerdì; eventuale supporto tecnico.
DOCENTI ESTERNI; PERSONALE ESTERNO
Gianmarco Baccari, docente di Diritto all'Università di Siena
ELENCO DEI MATERIALI NECESSARI
Bibliografia già in possesso del Liceo, date le precedenti edizioni
ELENCO DEI SERVIZI NECESSARI
Utilizzo dell'aula di Fisica grande per i giorni indicati nel calendario e del proiettore e/ Lim dell'aula in questione. Accesso ad internet
MONITORAGGIO VALUTAZIONE
Alla fine del viaggio è previsto un momento di feed back ancora da definire, mentre gli studenti nelle varie classi riporteranno la loro esperienza ai compagni con gli strumenti da loro ritenuti più idonei
DOCUMENTAZIONE
I materiali del Treno quest'anno saranno disponibili su tutti i social e sui siti della Rai .
RESPONSABILE WEB
FOSSATI Silvia
Link al progetto
VOI CHE VIVETE SICURI..... (pdf)

PROGETTO MEMORIA (PtOF)

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Postato in PROGETTO MEMORIA

TITOLO PROGETTO
STORIA E MEMORIA 2017: L'ANTISEMITISMO E GLI ITALIANI
Attuazione PtOF 2016 2017
Priorità 1 e Priorità 2
Approfondimento di storia
Tipologia
Progetto avente natura annuale
DOCENTE RESPONSABILE
ZANI Stefano
ANALISI DEI BISOGNI
L'apparente libertà di opinione associata al dinamismo intrinseco alla società odierna produce la falsa idea che la memoria storica sia un "pret porter" a portata di mouse. La memoria storica è invece il frutto di una faticosa e complessa ricostruzione critica del passato e del presente che è fatta di ricostruzione documentata dei fatti e delle interpretazioni che le narrazioni prevalenti fanno passare nell'opinione pubblica. Ciò costringe a rivedere criticamente l'immagine degli "italiani, brava gente" che ci si ritaglia spesso in modo assai autoindulgente e autoassolutorio. Capire che anche gli italiani sono stati razzisti in passato può aiutare a capire, tra l'altro, anche le odierne forme di razzismo camuffato.
DESTINATARI
Alunni di alcune specifiche classi o sezioni (specificare nella Sezione Altro quali sono le classi coinvolte)
FINALITà
lavorare sulla memoria storica e sull'identità convenzionale degli "italiani, brava gente" in relazione al razzismo antisemita
OBIETTIVI
fare ricerca storica sui libri e sui documenti documentarla attraverso una ricerca sulle fonti presentarla a un pubblico più vasto
COLLABORAZIONI
Prof. Francesco Degl'Innocenti, insegnante di Storia Collaborazione della "Scuola Internazionale per gli Studi della Shoah" dello Yad Vashem di Gerusalemme.
DURATA
Ottobre- Marzo
Fase 1
Ottobre Prepararazione del progetto con incontri col Prof. Degl'Innocenti (2 ore) Presentazione del progetto alla classe (1 ora)
Fase 2
Novembre Primo incontro introduttivo sulla storia dell'antisemitismo, intitolato "Propaganda: dal latino alle leggi razziali" da fare in classe in orario curricolare a cura del Prof. Degl'Innocenti
Fase 3
Dicembre Secondo incontro: "Antisemitismo a Firenze e in Toscana: ebrei, fascisti e Giusti toscani" sempre da fare in classe in orario curricolare a cura del Prof. Degl'Innocenti
Fase 4
Gennaio Terzo incontro: "Lingua e propaganda: il potere delle parole durante il Fascismo"sempre da fare in classe in orario curricolare a cura del Prof. Degl'Innocenti
Fase 5
Febbraio Quarto Incontro:4. Presso la Biblioteca delle Oblate ricerca sulle pagine (microfilm) de "La Nazione" e sulla rivista del PNF "Il Bargello" dei seguenti argomenti: viaggio di Hitler a Firenze; le leggi razziali a Firenze; l'antisemitismo della RSI a Firenze. Preparazione di un Power Point a cura dei ragazzi su questi argomenti
Fase 6
Marzo I risultati delle ricerche saranno presentati (tramite PowerPoint e video) in un incontro finale da organizzarsi presso il circolo Vie Nuove (svoltosi gli anni passati con il patrocinio della Provincia di Firenze e alla presenza dell'assessore provinciale all'Istruzione).
METODOLOGIA
Tre lezioni partecipate, un incontro di documentazione e ricerca, un incontro di comunicazione del lavoro svolto
DOCENTI INTERNI
Prof. Zani
DOCENTI ESTERNI; PERSONALE ESTERNO
Prof. Francesco Degl'Innocenti
ELENCO DEI MATERIALI NECESSARI
Computer e proiettore con schermo
MONITORAGGIO VALUTAZIONE
in itinere e a consuntivo attraverso la compilazione di questionari

DOCUMENTAZIONE
Produzione e presentazione di un Power Point
RESPONSABILE WEB
ZANI Stefano
Link al progetto
STORIA E MEMORIA 2017: L'ANTISEMITISMO E GLI ITALIANI (pdf)

UA-43332335-1