Le attività di sostegno e di recupero

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Sostegno e recupero

Il Liceo considera Sostegno e Recupero due attività indispensabili per offrire a ogni studente la possibilità di superare le difficoltà che possono di fatto impedire un proficuo inserimento nella classe frequentata. Il primo biennio risulta, sotto questo profilo, cruciale perché vengono inevitabilmente a ritrovarsi nel medesimo gruppo classe alunni provenienti da diversi percorsi didattici, che non necessariamente posseggono basi cognitive e metodologiche omogenee, per cui è necessario intervenire, nel più breve tempo possibile, anche eventualmente con iniziative di sostegno, per prevenire l’insuccesso scolastico, fin dalle fasi iniziali, come previsto dall’O.M. 92/07.

Le attività di recupero si articolano secondo tre modalità, per poter rispondere in maniera puntuale ed individualizzata ai bisogni degli studenti, in rapporto alla fase del curricolo e alla specificità delle carenze:

IL SOSTEGNO IN ITINERE

Si tratta di interventi che trovano spazio durante l’ordinario iter didattico: ripasso o ripetizione degli ultimissimi argomenti, quesiti posti agli studenti per verificare l’effettiva comprensione e acquisizione delle nozioni e delle competenze, risposta a domande puntuali poste dagli studenti stessi; soste nell’avanzamento del programma (pause didattiche).

RECUPERO NEL PERIODO INTERMEDIO E I CORSI ESTIVI

Secondo le indicazioni dell’O.M.92/07, nel periodo immediatamente successivo agli scrutini intermedi, a gennaio, è prevista una settimana dedicata alle attività di recupero e di approfondimento, curata da ciascun docente per la propria classe.

Nel corso del secondo periodo, e possibilmente prima della valutazione interperiodale, il docente avrà cura di comunicare alla famiglia l’eventuale recupero delle insufficienze evidenziate al termine del primo periodo.

Dopo gli scrutini conclusivi (giugno/luglio), saranno proposte attività di recupero (corsi, studio individuale o altre modalità che saranno indicate in sede di scrutinio finale), in base alle decisioni prese dal Collegio Docenti, che tengano conto e delle priorità dettate dalle discipline nelle quali si registrano maggiori carenze e delle disponibilità economiche del Liceo.

La partecipazione a eventuali corsi di recupero organizzati dal Liceo è obbligatoria, a meno che la famiglia non dichiari per scritto di voler provvedere privatamente al recupero delle carenze.

La prova finale, obbligatoria per tutti gli alunni che abbiano la sospensione del giudizio, si svolge nella prima settimana del nuovo anno scolastico e determina la promozione o meno alla classe successiva.

Occorre essere consapevoli che la frequenza alle attività di recupero offerte dal Liceo si rivelerà utile a comprendere meglio le proprie carenze di metodo e di impostazione nell’apprendimento, ma non sostituisce l’impegno di studio individuale che ogni studente deve profondere comunque personalmente nel lavoro a casa e in classe.