MONTE SOLE PARLA AL PRESENTE

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in MONTE SOLE PARLA AL PRESENTE

TITOLO PROGETTO
MONTE SOLE PARLA AL PRESENTE  
Attuazione PtOF 2018 2019
Priorità 1 e 2  
P05 - Arricchimento Offerta Formativa  
Tipologia
Progetto avente natura annuale  
DOCENTE RESPONSABILE
NOCENTINI Luisa  
ANALISI DEI BISOGNI
Crediamo che i ragazzi abbiano necessità di formazione ed educazione alla pace, alla trasformazione nonviolenta dei conflitti, al rispetto dei diritti umani, per la convivenza pacifica tra popoli e culture diverse, per una società senza xenofobia, razzismo ed ogni altra violenza verso la persona umana ed il suo ambiente. In particolar modo in questo periodo storico e in questa nuova geografia mondiale. Il fenomeno delle migrazioni di popoli interpella e suscita una risposta personale.  
DESTINATARI
Alunni di alcune specifiche classi o sezioni (specificare nella Sezione Altro quali sono le classi coinvolte), alunni delle classi quarte avvalentesi dell’IRC  
FINALITÀ
Partire dalla consapevolezza di sé come essere umano con luci ed ombre come prerequisito di un autentico rapporto con gli altri e di una convivenza democratica e non violenta.  
OBIETTIVI
-conoscenza storica dei processi, degli eventi e dei protagonisti del 1944, come stimolo per una riflessione profonda sui meccanismi che a quegli accadimenti hanno portato. -stimolare la creatività e la produzione di gruppo per attivare processi cognitivi ed emotivi che facilitano l’apprendimento e il consolidamento di concetti e problematiche complessi. -sviluppare una capacità di pensiero critico, di avere e mettere a disposizione uno spazio e un tempo per pensare e confrontarsi su tematiche fondanti che interrogano profondamente la propria coscienza. -porre domande scomode alla coscienza individuale: che senso ha ricordare le tragedie del passato? I meccanismi di propaganda e costruzione del nemico che hanno portato ai disastri della 2a guerra mondiale sono confinati laggiù? Oppure si ripresentano in altri spazi e in altri tempi?  
COLLABORAZIONI
Fondazione Scuola di Pace di Monte Sole Via S.Martino, 25 - 40043 Marzabotto (Bologna)  
DURATA
novembre-dicembre 2018  
Fase 1
1 mattina a Monte Sole: Visita ai luoghi del Memoriale; storia e memoria/ memorie degli eccidi di Monte Sole nel 1944. Risultati attesi: modalità di costruzione e sviluppo dei meccanismi della violenza e la possibilità di riconoscerli qualora si ripresentino in periodi e contesti diversi; decostruzione dei meccanismi della propaganda e della creazione del nemico; responsabilità verso il proprio passato e quindi necessità di conoscerlo nelle sue differenti e anche contrapposte rappresentazioni, che rappresentano una ricchezza.  
Fase 2
1 pomeriggio a Monte Sole: Laboratorio esperienziale: i percorsi muovono come condizione necessaria dalla memoria e dai suoi luoghi, motori e catalizzatori del processo educativo trattando questa stessa memoria come produttrice di riflessioni che devono i  
Fase 3
Lavoro in classe: attraverso strumenti e tecniche legati all’educazione non formale e al laboratorio esperienziale si prosegue il lavoro fatto sui luoghi della memoria. Risultati attesi: dialettica tra memoria individuale e collettiva e loro elaborazioni storiche ed antropologiche; responsabilità collettive: educazione e propaganda; consapevolezza che democrazia e pace sono frutto di pratiche quotidiane e di relazioni tra gli individui, qualcosa quindi che va costruito continuamente attraverso un profondo dialogo tra le persone.  
Fase 4
 
Fase 5
 
Fase 6
 
Fase 7
 
Fase 8
 
Fase 9
 
METODOLOGIA
Gli incontri saranno svolti come laboratori, ovvero ai ragazzi saranno proposte attività interattive ed esperienze che poi saranno ricondivise e rielaborate. Ovviamente saranno effettuate anche alcune lezioni frontali per acquisire informazioni e contenut  
DOCENTI INTERNI
Luisa Nocentini: lezioni curricolari sul tema e affiancamento agli educatori; coordinamento del progetto. Francesca Bardazzi: lezioni curricolari sul tema e affiancamento agli educatori.  
DOCENTI ESTERNI; PERSONALE ESTERNO
Un’educatrice/un educatore della Scuola di Pace ogni 15 studenti.  
MONITORAGGIO VALUTAZIONE
prevediamo di fornire materiali in relazione alla organizzazione e alla struttura dell’ esperienza stessa  
DOCUMENTAZIONE
NOCENTINI Luisa  
UA-129005089-1